Regno Unito: Il nuovo visto Global Mobility UK Expansion Worker

Home / Blog / Regno Unito: Il nuovo visto Global Mobility UK Expansion Worker

Il nuovo visto Global Mobility UK Expansion Worker sostituisce il visto Sole Representative of an Overseas Business che non è più in vigore dall’11 aprile 2022.

Il visto Global Mobility UK Expansion Worker è rivolto alle imprese che operano di fuori del Regno Unito e che desiderano espandere la propria presenza all’interno del territorio. E’ tuttavia necessario che questo visto e’ rivolto alle imprese che ancora non hanno iniziato a svolgere attività’ nel Regno Unito.

Il Regno Unito ha introdotto un nuovo sistema di visto “a punti”. Prima di inviare domanda per questo tipo di visto, l’azienda straniera dovrà ottenere una licenza di sponsor per la società britannica che intende costituire nel Regno Unito. Spetterà poi all’azienda britannica richiedere un certificato di sponsorizzazione e sponsorizzare il richiedente per soddisfare l’ammissibilità iniziale nell’ambito di questo percorso.

Il percorso e’ a punti e i punti assegnati a questa categoria saranno 60 in totale. Si tratta di 20 per la sponsorizzazione, 20 per un lavoro con livello adeguato e 20 per la retribuzione al livello richiesto. Tutti i requisiti devono essere soddisfatti ai fini del rilascio del visto.

In generale, devono essere soddisfatti i seguenti requisiti:

  • Il richiedente deve avere almeno 18 anni di età.
  • Il lavoro essere effettivo e non creato per facilitare l’ingresso nel Regno Unito o per intraprendere un lavoro per una terza parte a cui non è stato dato un certificato di sponsorizzazione.
  • Il richiedente deve attualmente lavorare per un’azienda estera collegata allo sponsor britannico (la filiale che sarà creata nel Regno Unito) da una partecipazione o un controllo, o da una joint venture. Il richiedente deve ricevere un certificato di sponsorizzazione prima che la domanda possa essere accettata.
  • Il richiedente deve avere lavorato fuori dal Regno Unito per l’azienda collegata estera per un periodo cumulativo di almeno 12 mesi. La regola dei 12 mesi non si applica se il richiedente guadagna 73.900 sterline all’anno o più oppure se il richiedente è un cittadino giapponese che intende aprire una filiale o una consociata nel Regno Unito dell’impresa o un organizzazione ad essa collegata ai sensi dell’accordo di partenariato economico globale tra Regno Unito e Giappone.
  • Nel caso in cui il richiedente abbia lavorato per almeno 12 mesi, lo stipendio deve essere pari o superiore a 42.400 sterline all’anno e al “tasso di mercato” del paese. Tale tasso dipende dall’occupazione del posto di lavoro.

Oltre a questi requisiti generali, il richiedente deve essere in grado di mantenersi senza accedere a fondi pubblici e deve essere in possesso di un certificato di tubercolosi (se proviene da un Paese che figura nell’elenco di quelli che lo richiedono).

Esistono alcune differenze fondamentali tra il nuovo visto Global Mobility UK Expansion Worker e il precedente visto Sole Representative of an Overseas Business, tra queste:

  • il requisito della lingua inglese: con il nuovo percorso, non ci sono requisiti di lingua inglese da soddisfare mentre nel precedente percorso il richiedente doveva dimostrare di conoscere l’inglese.
  • La percentuale di partecipazione azionaria: Caratteristica principale del precedente percorso Sole Representative era che il richiedente non poteva possedere o controllare la maggioranza dell’impresa straniera, sia nel caso in cui la proprietà o il controllo avvenissero tramite partecipazione azionaria, accordo di partnership, sia tramite ditta individuale o qualsiasi altro accordo. Nell’ambito del visto Global Mobility UK Expansion Worker, non ci sono limiti alla partecipazione azionaria e alla percentuale di azioni possedute.
  • Un gruppo di individui può presentare domanda contemporaneamente (a condizione che soddisfino i requisiti della domanda) mentre nel precedente visto non era possibile.
  • Il visto Global Mobility UK Expansion Worker non porta all’insediamento: Il rilascio iniziale sarà di due anni e il periodo massimo di permanenza con il nuovo visto è fino a cinque anni in un periodo di sei. Questo in netto contrasto con il visto Sole Representative, che portava al soggiorno permanente nel Regno Unito dopo cinque anni.

Le regole per i partner e i figli sono rimaste generalmente invariate. I partner e i figli possono fare domanda come persone a carico. Questo vale per le domande di visto d’ingresso e anche nel Paese, se il richiedente risiede nel Regno Unito.

image_pdfDownloadimage_printPrint

Leave a Reply